Alex Zanardi e la sua forza nel guardare avanti

Chi è Alex Zanardi?

Alessandro “Alex” Zanardi classe ’66 bolognese di nascita ma Padovano d’adozione, è un pilota automobilistico, campione CART nel 1997 e 1998 e campione italiano superturismo nel 2005.

Una data che l’ha segnato..

15 settembre 2001, prima gara europea della Formula CART, circuito di Lausitzring (Germania):

a pochi giri dalla fine, Zanardi perde il controllo della sua Reynard e finisce di traverso in mezzo alla pista, proprio nel momento in cui sopraggiunge, a 300 km/h, Alex Tagliani.

L’impatto è terribile, l’auto di Zanardi viene tranciata in due all’altezza del muso e con essa le gambe del pilota bolognese.

Salvo per miracolo, dopo tre giorni di coma farmacologico, Alex si ritrova a dover trascorrere il resto della propria vita senza entrambe le gambe.

alex-zanardi-non-mollare

 

“Quando mi sono risvegliato senza gambe, ho guardato la metà che era rimasta, non la metà che è andata persa”

Alex  Zanardi

Allora chi è Alex Zanardi?

E’ l’uomo che ha insegnato al mondo come superare i propri limiti.

E’ un simbolo e un esempio positivo di forza, coraggio, determinazione, solidarietà e, sopra ogni cosa, uno sportivo vincente come e più di prima.

“Nella vita si finisce per essere ciò che si desidera essere”

Queste sono le parole che usa Zanardi per dirci che se un anno e mezzo dopo l’incidente lo abbiamo rivisto sullo stesso circuito a far le cose che faceva prima, non era di certo grazie ad un miracolo, ma merito della sua tenacia, del suo coraggio  della sua forza di volontà fatta di piccoli passi e di piccoli traguardi, in cui di “magico” c’è ben poco.

“Quando sei in corsa, non puoi e non devi smettere di correre e quando sei a terra, puoi e devi sempre rialzarti perchè le vittorie più belle possono arrivare anche quando non te le aspetti più”

Ora Alex è il numero uno al mondo nell’handbike:

  • alle Paralimpiadi di Londra 2012 conquista la medaglia d’oro sia nella prova a cronometro che nella prova su strada
  • nel 2013 in Canada, si laurea Campione del Mondo in entrambe le prove.

Che la storia di questo campione sia per te un motivo in più per non arrenderti, uno stimolo per cercare la forza che hai dentro e andare avanti perché solo così facendo ti sentirai appagato e fiero di te!

Non Mollare,
neanche quando la fatica si fa sentire,
neanche quando i tuoi occhi bruciano,
neanche quando i tuoi sforzi sono ignorati,
neanche quando la delusione ti avvilisce,
neanche quando l’errore ti scoraggia,
neanche quando il tradimento ti ferisce,
neanche quando il successo ti abbandona,
neanche quando l’ingratitudine ti sgomenta,
neanche quando l’incomprensione ti circonda,
neanche quando la noia ti atterra,
neanche quando credi di aver perso tutto…
stringi i pugni, sorridi e ricomincia!
‪#‎NonMollare‬!